Mai più auto e moto sulla cima del Gennargentu

  • Scritto da Effe_Pi

Un'ordinanza urgente del sindaco di Arzana blocca i veicoli a motore dopo le segnalazioni specie di moto, multe da 500 euro per chi trasgredisce.

Basta moto, auto, quad e motorini sui sentieri che portano a punta La Marmara, sulla cima del Gennargentu, nel cuore della Sardegna. Il sindaco di Arzana, Marco Melis, ha firmato oggi un'ordinanza urgente per vietarne la presenza. Sulle mulattiere e sui percorsi naturalistici del territorio fra i veicoli a motore potranno circolare solo mezzi di soccorso e delle forze dell'ordine, per salvaguardare piante e animali, le attività tradizionali e quelle escursionistiche "a bassissimo impatto ambientale". Il transito sara' consentito solo a piedi, in mountain bike o a cavallo. Chi non rispetterò il divieto rischia una sanzione di 500 euro.

"Tra ieri e oggi ho ricevuto diverse telefonate e messaggi che segnalavano la presenza di motocrossisti nei sentieri che conducono a punta La Marmora", spiega il sindaco di Arzana, che ha definito il suo provvedimento "un'ordinanza contro la stupidita'". Il territorio interessato - come si legge nell'ordinanza - e' classificato come Zona di protezione speciale (Zps).

"Ciò che è successo ieri, sulla cima del Gennargentu, denota l'inesistenza di leggi regionali che regolamentino l'utilizzo dei sentieri ma, soprattutto, evidenziano il fatto che dobbiamo fare ancora molta strada per raggiungere una coscienza moderna e di rispetto dell'ambiente", commenta Melis su Facebook. "Mi dispiace che siano sempre i sindaci a dover colmare queste lacune. Rimarranno, ovviamente, autorizzate le attività legate al trekking, alla mountain bike (anche con e-bike) ed a cavallo".

Foto | Chiemgau Biking su Flickr