Per la Calich il primo contratto sardo di laguna

  • Scritto da Effe_Pi

Accordo sottoscritto ad Alghero con fondi Fesr, ci saranno partner dalla Toscana, dalla Corsica e dalla Francia per il rilancio della zona umida nel Nord Sardegna.

Firmato ad Alghero il contratto per il rilancio e la tutela della laguna Calich, all'interno del programma Retralags (Rete transfrontaliera delle lagune, dei laghi e degli stagni). È il primo esempio in Sardegna di accordo realizzato secondo le modalità previste dall'Osservatorio nazionale dei contratti di fiume”, come riferito dall'assessore regionale all'Ambiente, Gianni Lampis.  

LEGGI ANCHE | Ecco i percorsi in bici nel parco di Porto Conte

Il contratto è uno strumento di programmazione negoziata "per la corretta gestione delle risorse idriche, la valorizzazione dei territori fluviali e la loro salvaguardia dal rischio idraulico. La Regione, da subito, ha supportato il processo di attivazione e conduzione dell'intesa". Partner del programma sono, oltre al Comune catalano, quelli di Massarosa ed Orbetello, il Centro ricerca e studi per la pesca della Toscana, la Provincia di Lucca, il Dipartimento della Haute (Corsica) e del Var (Francia).

Dei 2 milioni 689.000 euro stanziati per il programma, in gran parte fondi Fesr, al Comune di Alghero sono stati assegnati 515.000 euro. Con il coordinamento del Comune di Alghero, i partner svilupperanno un piano congiunto di azioni pilota sui siti naturali e culturali del Calich, Massaciuccoli, Orbetello, Biguglia, delle Antiche saline di Pesquiers e di Villepey, inoltre con un'azione di sperimentazione e capitalizzazione nel''area del fiume Serchio. La laguna del Calich, all'interno di una programmazione triennale, sarà quindi il fulcro di due azioni pilota: una incentrata su una stazione sperimentale di allevamento dei molluschi bivalvi coordinata dal servizio progettazione del Comune di Alghero, in collaborazione con diversi enti pubblici di ricerca e con gli operatori privati concessionari dell'area. L’altra attività prevede la riqualificazione di un tratto della sentieristica del lato ovest della laguna, curata dal Parco di Porto Conte.

Foto | randomaze su Flickr