Calano i costi della RC Auto grazie alla scatola nera e alle compagnie dirette

Secondo i dati ufficiali resi noti dall’IVASS, l’Istituto sulla Vigilanza nel campo delle Assicurazioni, il premio medio pagato dagli automobilisti è in discesa nell’ultimo trimestre concluso a settembre.

Il costo medio per assicurare il proprio veicolo per la responsabilità civile obbligatoria è ora di 405 euro, in calo dell’1,5% rispetto al trimestre precedente, con un trend in discesa che continua dall’inizio di questo 2019.

La discesa dei prezzi è imputabile a diversi fattori, il primo legato al continuo aumento del numero delle polizze sottoscritte che prevedono l’utilizzo della scatola nera.

Questo dispositivo di rilevazione GPS permette di tracciare un numero elevato di dati riguardanti il comportamento dell’assicurato, garantendo alle compagnie un maggiore controllo sui sinistri effettuati, ma anche sul furto del veicolo e su eventuali episodi legati alle frodi.

Questo dispositivo permette di ottenere un interessante sconto sulla componente RC Auto e soprattutto sulle garanzie accessorie riguardanti il furto del veicolo.

Nell’ultimo trimestre sono state il 21,5% sul totale delle polizze sottoscritte quelle che hanno visto l’installazione di una scatola nera, con picchi superiori per quanto riguarda le province del sud dell’Italia, luoghi che soffrono ancora del problema legato al caro tariffe.

Un altro fattore determinante per il calo delle tariffe delle assicurazioni auto è l’ascesa delle compagnie dirette, che mettono a disposizione servizi per la sottoscrizione e la gestione dell’assicurazione auto online, senza sportelli fisici.

Grazie a questa gestione del business, aziende come Genertel, leader nel ramo assicurativo in Italia, sono in grado di offrire assicurazioni a prezzi altamente competitivi con tutte le necessarie garanzie, fornendo un’assistenza completa per ogni genere di problema o esigenza del guidatore.

Secondo i dati IVASS resta ancora vivo il problema legato al differenziale di costo del premio RC Auto tra le varie provincie italiane.

Tra Napoli, la provincia con il costo maggiore, e Oristano c’è un differenziale di costo per la sottoscrizione di una RC Auto di 316 euro, ancora alta se pensiamo che si tratta di due assicurazioni che come unica differenza hanno solo la residenza dell’assicurato.

Interessante notare inoltre che i ragazzi fino all’età di 24 anni versano in media 734 euro di premio, mentre chi ha più di 60 anni circa 379 euro.

L’ultimo trimestre dell’anno, sempre secondo l’Istituto, dovrebbe registrare un nuovo calo del premio assicurativo che porterebbe alla fine dell’anno quest’ultimo ai livelli minimi storici per quanto riguarda il settore assicurativo italiano.

Photo | Pixabay