Un documentario sui segreti dello zafferano sardo

  • Scritto da Effe_Pi

Un video realizzato dai Comuni di Turri, Villanovafranca e San Gavino racconta questa straordinaria produzione dell’isola.

Un itinerario tra le distese di viola e i ritmi lenti legati alla produzione dello zafferano. Si accendono i riflettori sui paesaggi di Turri, Villanovafranca e San Gavino Monreale, cuore fertile del centro sud dell'Isola, dove si produce lo zafferano di Sardegna Dop. Un video documentario in 25 minuti dà voce ai produttori, si sofferma sui momenti della raccolta a mano e della pulitura di questo prezioso prodotto che segue un disciplinare antico e ha costi di produzione molto elevati.

Mostra la bellezza dei paesaggi, la storia, la natura, l'archeologia. Realizzato con il contributo dei tre Comuni della Rete e Associazione enti Locali il video sarà disponibile sia sul web che sulle principali emittenti televisive regionali, a partire dall'anteprima andata in onda su Sardegna Uno nei giorni scorsi e che sarà replicata giovedì 11 febbraio alle 21:15 e sarà distribuito anche sulla web tv Eja tv.

LEGGI ANCHE | Zafferano di Sardegna tra i prodotti più contraffatti 

"Nel corso della trasmissione sarà possibile fare un viaggio lungo le "Strade dello Zafferano di Sardegna DOP" per mostrare gli attrattori turistici che queste comunità sono in grado di offrire a un viaggiatore attento e curioso", commenta Nicola Ennas, assessore ai Grandi Eventi di San Gavino Monreale, capofila della Rete dei Comuni. Raccolto a mano è tra le spezie più costose, un grammo venduto in stimmi, secondo il disciplinare dop; costa dai 12 ai 15 euro per un prodotto confezionato e può arrivare anche ai 35 euro. Benefico per l'organismo e molto richiesto in cucina, lo zafferano è studiato da oltre 2000 anni per le importanti proprietà antidepressive e neuroprotettive.

Foto | Chris Alban Hansen su Flickr