Cagliari gareggia come regina delle bici in Europa

  • Scritto da Effe_Pi

La città metropolitana partecipa alla European Cycling Challenge, sfida tra città di tutto il continente sull'utilizzo delle due ruote per gli spostamenti quotidiani non sportivi.

Cagliari in competizione con le città di tutta Europa per ottenere il titolo di regina della ciclabilità. Per il quarto anno consecutivo, nel 2017 la “capitale” sarda partecipa infatti alla European Cycling Challenge, la "sfida" tra città di tutto il continente sull'utilizzo della bicicletta per gli spostamenti quotidiani non legati all'ambito sportivo. Vince la città in cui si pedala di più, in base ai chilometri percorsi dai ciclisti iscritti alla sfida, che si tiene dal primo al 31 maggio. Su proposta del Comune di Cagliari la squadra sarà costituita, come nel 2016, dai 17 Comuni della Città Metropolitana, area in cui si è già avuto un grosso aumento delle piste ciclabili, in attesa di quella che dovrebbe collegare Nord e Sud della Sardegna.

LEGGI ANCHE: Mobilità: la Cargo Bike per la rivoluzione in città

Per i ciclisti che intendono partecipare è già fin da ora possibile l'iscrizione alla squadra della Città Metropolitana di Cagliari, scaricando sul proprio smartphone l'applicazione gratuita Naviki. Tutti i percorsi effettuati in bicicletta durante il periodo della competizione, esclusi quelli sportivi, verranno così registrati dall'applicazione: tanti più saranno gli iscritti, maggiore sarà il numero di chilometri percorsi dalla squadra. Le istruzioni e il manuale d'uso dell'applicazione si trovano sul sito www.cyclingchallenge.eu/it/naviki

Chi non possiede un telefono di ultima generazione potrà tracciare direttamente sul sito www.naviki.org i percorsi effettuati, anche senza utilizzare la app.
Nella scorsa edizione Cagliari si è classificata 31esima su 52 città partecipanti, con 99 chilometri percorsi per abitante e 32esima con 33mila 728 chilometri per la distanza percorsa in totale durante il mese della sfida: risultati che l’hanno posta davanti a città come Barcellona o, per restare in Italia, Ravenna: un dato che conferma l'interesse di chi vive e lavora nella Città Metropolitana per l'uso della bicicletta nei percorsi casa-lavoro, casa-scuola e negli spostamenti urbani in genere, con la speranza che questo mezzo di trasporto sano e sostenibile dal punto di vista ambientale diventi sempre più diffuso.

Foto | Mauro Pili su Flickr

Leggi anche