Nell'ultimo mese

Settimana della mobilità sostenibile: oltre 100 eventi sardi

  • Scritto da Effe_Pi

Nuova edizione dell'iniziative europea per far crescere la sensibilità verso l'utilizzo di mezzi di trasporto rispettosi dell'ambiente come in primis la bicicletta.

Muoversi in maniera sostenibile diventa un’esigenza sempre più diffusa, specie nelle nostre città, e per questo sono sempre più frequenti le iniziative per promuovere l’utilizzo quotidiano della bicicletta e di altri mezzi di trasporto “ecologici”. Non fa eccezione la Sardegna, anche quest’anno in prima fila nell’aderire alla "Settimana europea della Mobilità sostenibile", che è partita sabato e andrà avanti fino al 26, dal 2013 promossa anche dalla nostra Regione, attraverso il suo Centro di programmazione. Le iniziative, tutte puntualmente segnalate sul sito internet di Sardegna Mobilità, sono oltre 100 sparse in tutta l’isola, e quest’anno sono incentrate in particolare sul tema “La mobilità intelligente e sostenibile. Un investimento per l'Europa".

Nel 2016 sono coinvolti nel programma ben 22 Comuni, con lo slogan "Smart Mobility. Strong Mobility", per sottolineare la correlazione fra economia e trasporto e incoraggiare i cittadini a muoversi con mezzi alternativi all'auto privata: andare a piedi, inforcare la bici o servirsi di più dei mezzi pubblici per ridurre l'inquinamento, anche acustico, decongestionare il traffico e guadagnare tutti in benessere fisico e mentale.  Cresce di anno in anno, infatti, il numero di partecipanti a pedalate, convegni, passeggiate ecologiche, rappresentazioni teatrali, corsi di educazione stradale e ambientale, manifestazioni sportive, punti informativi e percorsi naturalistico - gastronomici proposti durante la "Settimana": nel 2013 le adesioni erano state 5mila, nel 2014 ottomila, per poi raggiungere le 13mila nel 2015.

Oltre ai comuni di Alghero, Assemini, Cagliari, Capoterra, Elmas, Maracalagonis, Monserrato, Nuoro, Olbia, Oristano, Porto Torres, Pula, Quartu Sant'Elena, Quartucciu, Sarroch, Sassari, Selargius, Sestu, Settimo San Pietro, Sinnai, Stintino e Villa San Pietro a questa edizione aderiscono il Parco naturale Molentargius - Saline e la Provincia di Cagliari, Atp Nuoro, Parco dell'Asinara, Forestas e il Parco di Porto Conte. Partecipano, inoltre, le associazioni Acat il Germoglio, Amici della Bicicletta Cagliari, Ciclofucina, Fiab Alghero, Fiab Cagliari Città ciclabile, Legambiente e LiberaMenti. Vedremo se la maggiore sensibilità istituzionale nei confronti di queste tematiche, e in particolare della ciclabilità, riuscirà a far decollare finalmente l’idea di una grande pista ciclabile che unisca tutta la Sardegna, cavallo di battaglia dell’attuale assessore ai lavori pubblici Paolo Manichedda.

Foto: Pixabay | CC0 Public Domain

Leggi anche