Chevrolet Spark, l’erede della Matiz è ancora attuale

Ci sono marchi che non smettono mai di stupire, e che possono contare su una storia e un successo senza precedenti, ad esempio i produttori della Spark.

Un esempio lampante di ciò, nel mercato automotive, viene dato dalla Chevrolet: nonostante abbia ritirato dall’Europa il modello Spark, si trova ancora nelle classifiche di vendita, a testimonianza del buonissimo lavoro svolto in questi anni. Erede designata della Matiz, proseguendo sulla sua scia, è riuscita a renderla più attuale e in linea con i tempi. Non era facile replicare le ottime vendite della Matiz, ma la Chevrolet ci è riuscita, facendo di nuovo centro. Ecco perché oggi scopriremo insieme tutto quello che c’è da sapere su questo modello, analizzando le sue caratteristiche, anche su strada.

Le caratteristiche dell’erede della Matiz

La Chevrolet Spark prosegue lungo la linea tracciata dalla Matiz, mantenendone alcune caratteristiche di base, e aggiornandone delle altre. Per prima cosa, colpisce sin da subito l’ammodernamento del design, che adesso è decisamente più attuale, più vistoso e più accattivante. Anche le dimensioni più importanti si inseriscono in questo discorso, secondo una strategia che ha voluto trasformare la Matiz in una vettura più “sportiva” e meno “cittadina”. Lo si nota soprattutto dalle linee, che sono più tese e decisamente meno morbide, rispetto a quelle del predecessore. La chiave moderna del concept ne fa un investimento mirato anche sul mercato dell’usato. Oramai sul web si possono trovare diversi modelli di Chevrolet Spark usata: su Quattroruote ad esempio si possono trovare allestimenti e alimentazioni del motore diverse (sia benzina sia GPL).

Chevrolet Spark, la prova su strada

Uscita nel 2010, ad oggi la Spark rappresenta una delle opzioni più convenienti, se si tiene a mente il rapporto fra qualità e prezzo. Merito anche del motore che, sebbene non sia particolarmente potente, riesce a garantire delle buone performance, senza per questo gravare sui consumi (che sono ridotti). La prova su strada dimostra tutta l’efficacia della Chevrolet Spark, che può contare su ottimi livelli di accelerazione, e su buone risposte da parte del cambio e della frizione, sebbene queste non siano del tutto esenti da difetti. In realtà occorre semplicemente abituarsi perché, dopo aver preso la mano, la Spark si guida che è una meraviglia.

Quali sono gli altri dettagli da sottolineare? Ad esempio la buona dinamica della vettura, con una risposta in curva e in frenata che non causa alcuna perdita di aderenza dall’asfalto. Il verdetto finale? Bisogna tenere a mente che si tratta comunque di un’utilitaria, dunque non brilla particolarmente per le sue prestazioni, perché progettata per adattarsi al traffico cittadino. La Chevrolet Spark si rivela alla fine un’ottima compagna, soprattutto per la mobilità quotidiana.