Nell'ultimo mese

Gambe accavallate causa delle vene varicose?

Le vene varicose derivano da un ingrossamento dei vasi sanguigni, creando così vene che fuoriescono dalle gambe e che oltre a essere anti-estetiche comportano crampi e dolori muscolari. Le vene varicose sono molto pericolose perché in situazioni particolari, come in gravidanza, potrebbero addirittura causare una trombosi. 

Le vene varicose colpiscono le donne di tutte le età, anche se si riscontra che ne soffrano maggiormente le donne in sovrappeso e le donne che hanno superato la mezza età. Le vene varicose possono essere causate da diversi stili di vita, una causa può essere l'obesità, un'altra va ricercata nella cattiva circolazione sanguigna, alcune donne ne sono affette a causa delle troppe ore di lavoro in piedi, mentre altre soffrono di vene varicose per le troppe ore sui tacchi. Insomma, ci sono diverse cause che possono scatenare la fuoriuscita delle vene varicose, ma se c'è un comportamento che non collima con la presenza di queste, è sicuramente l'abitudine di tenere le gambe accavallate.

Si può considerare una mera credenza quella che vede le gambe accavallate come la causa delle vene varicose, infatti quest'abitudine femminile non contribuisce in alcun modo a questa malattia. Come potete leggere in un approfondimento del sito Salute e benessere, le gambe accavallate non causano le vene varicose. Dunque, sfatato il mito di questa credenza, dobbiamo comunque curarci del problema delle vene varicose, visto che molte donne non sanno come superare questo difetto fisico e questa malattia senza rischiare di incorrere in pericolose complicazioni. Per riuscire a contrastare le vene varicose esistono dei rimedi medici, molto accurati, che possono liberarvi da questo peso e dal dolore alle gambe. Gli interventi che si possono richiedere sono: l’embolizzazione, una terapia al laser, la terapia tramite le radiofrequenza o con la microchirurgia vascolare. 

Tutte queste operazioni possono fornire sollievo dalle vene varicose, naturalmente agire chirurgicamente non vi darà la certezza matematica di non incorrere più nella formazione delle vene. L'unico modo per non rischiare dopo un intervento di vedere riaffiorare nuovamente le vene varicose, è porre attenzione a come si conduce la propria vita. Innanzi tutto, se siete per abitudine persone che mangiano molto grasso e salato, cambiate le vostre abitudini alimentari, perché questi cibi alzano il livello di colesterolo (grasso) nel sangue, affaticano il lavoro del cuore e inoltre possono causare oltre alle vene varicose, anche infarti, aritmie e problemi cardiovascolari.
Oltre all'alimentazione, le gambe vanno curate anche quando si è invece preda di lavori troppo frenetici, che ci fanno stare in piedi tutto il giorno; questi lavori possono causare frequentemente la fuoriuscita delle vene varicose anche in giovane età. Per contrastare questa malattia, è consigliabile utilizzare scarpe basse e comode sul posto di lavoro, e di aiutare la circolazione del sangue indossando calze a compressione graduata, queste possono infatti agevolare molto la vostra condizione e aiutarvi a sentire le gambe più leggere.

Infine, se soffrite di vene varicose dovete utilizzare delle precauzioni come quella di mettere un cuscino sotto i piedi quando state sul divano o nel letto, in modo tale da tenere le gambe alzate e favorire la circolazione del sangue fino ai piedi. Per migliorare l'afflusso del sangue alle gambe, fate dei massaggi partendo dalle caviglie e salendo fino alla coscia, per i massaggi utilizzate olio di oliva o olio di mandorle. Infine, fare delle docce intermittenti con acqua calda e acqua fredda a getto diretto sulle gambe, migliora di gran lunga la circolazione, anche se può essere percepito come una tortura questo alternarsi di caldo e freddo è un toccasana per la circolazione e per la salute delle vene varicose, ma non solo: vi sorprenderà sapere che questo metodo è utilissimo anche contro la cellulite. 

Leggi anche