E voi usate l'albero vero o quello finto?

Quale scelta ecologicamente più compatibile? Un albero vero o di plastica?

Mancano ormai poche settimane al momento in cui in gran parte delle nostre case verrà allestito l'albero di Natale, che renderà l'atmosfera di casa certamente più natalizia.

E a quel punto, come ogni anno, bisognerà fare i conti con il dilemma che affligge molti di noi: meglio un albero vero o una riproduzione di plastica?

Il dubbio riguarda due aspetti: quale è il più carino, e quale è la scelta più ecologica delle due. Per quanto riguarda la prima domanda, su quale sia la scelta esteticamente più convincente, esisitono diverse correnti di pensiero, che sostengono senza dubbio la scelta di un albero vero e proprio, mentre alcuni altri ritengono che le riproduzioni in plastica di alcuni alberi ormai sono decisamente soddisfacenti dal punto di vista estetico.

Su Amazon troviamo alcune proposte, anche di alberi veri e propri, che vi verranno recapitati direttamente al vostro domicilio. Sono venduti completi di vaso, che se sostituite e accudite regolarmente possono durare anche diversi anni!

Oppure potete optare per un albero di plastica, evitando di tagliare o sradicare alberi e avendo quindi un impatto dal punto di vista ambientale molto meno incisivo.

I detrattori dell'albero finto sostengono però che la costruzione e il trasporto di un albero di plastica comporta comunque delle emissioni di CO2 che impattano in maniera negativa sull'ambiente in maniera nettamente superiore all'eventuale taglio o sradicamento degli alberi utilizzati per Natale. Alcune ricerche hanno però sostenuto che se l'albero finto viene utilizzato per vent'anni circa, l'impatto ambientale è decisamente ammortizzato e conveniente.

Oppure potete optare per un presepe, sgombrando il campo da dubbi e incertezze!!!

Foto: Pixabay | CC0