IN Breve

Notiziario IN Nuorese

TORTOLI'. La natura a ridosso dei paradisi di Orrì e Foxilioni, spiagge del litorale ogliastrino, presenta piaghe terribili lasciate dall'incendio che è divampato sabato 13 luglio ed in parte è ripreso nei giorni successivi. Due dei grossi incendi che hanno provocato danni incalcolabili in Ogliastra potrebbero essere di natura dolosa e su questo indaga la Procura di Lanusei. Un arzanese residente a Torino, Piero Monni, 74 anni, mostra i pezzi della bombola di gas trovati a 50 metri di distanza dopo che è esplosa per il gran calore dell'incendio che ha lambito anche la chiesa di San Salvatore. Il fuoco ha distrutto ettari di alta macchia mediterranea e ogni cosa ha trovato lungo il percorso: automobili, tanti poveri animali, ovili (foto e testo di Lamberto Cugudda)
Ancora fuoco in Ogliastra. Stavolta l'incendio è fra Tortolì e e Barisardo Cea , in località  Su Zinebiru. Le fiamme sospinte dal forte vento stanno minacciando il villaggio turistico di Cea, le forze a terra stanno operando con l'aiuto di due elicotteri regionali e il super puma del Corpo forestale.
TORTOLÌ. Circa 800 ettari di macchia mediterranea distrutti dalle fiamme nella giornata di ieri, sabato 13. In questa fotogallery, le immagini della devastazione (foto Massimo Locci e Lamberto Cugudda) L'ARTICOLO
RSS News powered by:
® Bing News | ® Google News
© All right reserved