IN Breve

Notiziario IN Nuorese

Ottana. Annunciate dal suono dei campanacci, all'imbrunire sono arrivate in piazza davanti al falò di Sant'Antonio le antiche maschere barbaricine Boes, Merdules e la Filonzana, il pane votivo era stato appena distribuito. Il rito che apre il carnevale di Ottana affonda le radici nella Sardegna pre cristiana, quando la terra era una dea e gli agricoltori i suoi devoti figli. Tutto ha un significato nei gesti e nelle maschere, qualcuno di questi significati si è perso nei secoli ma viene ripetuto con rispetto, quasi che il rito abbia acquistato una sacralità sua propria. Per visitatori e turisti uno spettacolo suggestivo e irrinunciabile (foto di Massimo Locci)
Nuoro.  Dopo la nevicata della scorsa notte il nuorese si è risvegliato imbiancato da una coltre di neve. Dal monte Ortobene con il redentore a Pratobello e nella Tomba dei giganiti Madau per passare nel lago Govossai e a Fonni fino a Bruncuspina. Gli allevatori portano il fieno al bestiame fino a valle. (foto massimo locci)
NUORO. Dopo quasi mezzo secolo, oggi 6 gennaio, è stata riproposta a Nuoro l’iniziativa “La Befana del Vigile Urbano”. Negli Anni 60 nel giorno dell’Epifania era tradizione andare nelle postazioni dei vigili urbani, collocate al centro degli incroci, per portare loro doni come ringraziamento per il lavoro svolto giornalmente. Questa usanza ormai persa, è rinata oggi. Sono stati numerosi i cittadini che hanno partecipato alla discesa della befana dello speleo club Nuoro dallo storico palazzo degli impiegati. Altre befane in piazza, chi in mountain bike chi in lambretta hanno distribuito caramelle e doni ai tanti bambini presenti. (foto Massimo Locci)
RSS News powered by:
® Bing News | ® Google News
© All right reserved