Metti un Han sui Razzi coreani e il Cagliari nel cuore

Per i tabloid internazionali il dittatore nord coreano Kim Jong-Un è un grande fan dei rossoblù cagliaritani. Ecco come è nata la sorprendente passione.

Da Pyongyang a Sant'Elia passando per Pescara. E' questo il giro che ha fatto Kwang-Song Han. E chini è custu, Han? Se non seguite la Serie A vi sarà difficile saperlo, a meno che non siate tifosi “persi” del Cagliari. Come il dittatore Kim Jong-Un che, oltre a seguire il basket della NBA, sia appassionatissimo di calcio. Sa tutto della Serie A italiana. E del Cagliari. La notizia, ripresa da tabloid britannici e svariate testate sportive e non, in pochi giorni ha fatto il giro del mondo. Classe 1998, attaccante, Han è il primo nordocoreano a giocare nella massima serie. Arrivato a marzo, ha esordito ad aprile negli ultimi minuti di Palermo-Cagliari (1-3), tredici minuti giocati e un gol fatto (in casa col Torino, il 2 a 3 a tempo scaduto), il primo della sua carriera in un campionato europeo e un contratto fino a giugno 2022.

LEGGI ANCHE | TUTTO CAGLIARI NOVAS IL PODCAST DI ITENOVAS.COM

Com'è arrivato in Italia? La Corea del Nord è da anni isolata dal mondo e, di recente, al centro di tensioni con gli Stati Uniti per aver violato ripetutamente gli accordi nucleari con Washington portando avanti il proprio programma di riarmo. Un regime dittatoriale che viola i diritti umani, in cui il web, ad esempio, è accessibile solo agli ufficiali mentre il popolo si collega ad un server chiuso, controllato dagli stessi militari.

Ed è qui che entra in gioco la diplomazia dell'Amico caro, quella del senatore Antonio Razzi, che da tempo dichiara di essere in ottimi rapporti con il regime di Pyongyang. Un rapporto iniziato nel 2007 con la commissione bilaterale tra i due Paesi e che, a oggi, a quanto ha raccontato il senatore di Forza Italia alla Gazzetta dello Sport, ha contribuito a portare in Italia alcune decine di giovani calciatori nordcoreani. Tra questi c'è Han che, dopo essersi fatto vedere nel Torneo giovanile di Viareggio, ha destato l'attenzione della Serie A. E ora veste la maglia rossoblù. Così Kim è diventato fan del Cagliari. Che sia la volta buona per fare il nuovo Sant'Elia? E il nome dello stadio? Già deciso, non si discute: Jong-Un Arena.

 

 

 

Leggi anche