Nell'ultimo mese

Yemen, le bombe dei sauditi

Yemen | Foto Ahron De Leeuw (© BY-NC-ND 3.0 IT)

Almeno 41 civili sono morti nel bombardamento compiuto il 15 marzo dalla coalizione guidata dall’Arabia Saudita nella provincia di Hajja.

Da Internazionale

Almeno 41 civili sono morti nel bombardamento compiuto il 15 marzo dalla coalizione guidata dall’Arabia Saudita nella provincia di Hajja, nel nord del paese.

Lo riferisce l’agenzia di stampa Saba Net, in mano ai ribelli houthi, che controllano la zona e combattono contro il presidente Abd Rabbo Mansur Hadi, sostenuto dai sauditi.

Il giorno prima due piloti degli Emirati Arabi Uniti erano morti dopo che il loro aereo si era schiantato per problemi tecnici. Nelle scorse settimane migliaia di persone sono scese in piazza a Taizz e a Sanaa per celebrare l’anniversario della rivolta del 2011 contro il regime di Ali Abdullah Saleh.

Approfondisci:

“Ci sono momenti in cui penso allo Yemen, alla mia famiglia che soffre mentre io sono qui a Beirut. La cosa bella del roller derby è che quando comincio a giocare dimentico tutto”, racconta Hadeel al Hubaishi, detta Shiny tiny. Hadeel al Hubaishi è ...
E’ tempo di bilanci per lo Yemen, a tre anni dall’inizio del conflitto che sta riducendo il Paese allo stremo nell’assenza totale di impegno da parte della comunità internazionale e diplomatica. 1500 bambini uccisi, 2450 quelli feriti, 1580 quelli ...
A due anni dal suo inizio, quella in Yemen rischia di diventare una guerra dimenticata, pur facendo registrare un bilancio drammatico. Oltre 10 mila le vittime, molte delle quali bambini, mentre l’emergenza umanitaria si fa sempre più grave. Milioni gli ...
Quasi mezzo milione di bambini soffre di malnutrizione acuta grave, 1.546 i bambini uccisi, 2.450 mutilati, 1.572 minorenni reclutati nei combattimenti tratto dall’Osservatore Romano – Sana’a, 28. Oltre 7200 morti, 42.000 feriti e milioni di sfollati ...
Complice una guerra senza fine, lo Yemen, già roccaforte di al-Qaeda, potrebbe presto diventare il nuovo santuario mediorientale del jihad. Perché una volta riconquistate Mosul e Raqqa, le capitali siro-irachene di DAESH, la galassia jihadista vivrà l ...

Leggi anche