Nell'ultimo mese

Cous Cous Fest: chef sardo espugna la Sicilia

  • Scritto da Effe_Pi

Alla kermesse nazionale di San Vito lo Capo vittoria per il giovane chef Alberto Sanna, che adesso parteciperà ai mondiali di questo piatto delizioso

Un sardo sconfigge i “maestri” siciliani del cous cous a casa loro, e nei prossimi giorni parteciperà ai mondiali per eleggere il migliore a cucinare questo piatto delizioso. Si chiama Alberto Sanna, ha 28 anni ed è di Samassi, dove dopo un’esperienza a Londra ha aperto il suo ristorante, che non poteva avere nome migliore de “Il Campidano” (qui una recensione) nell’albergo del padre. Sanna ha vinto il cous cous Bia (dal nome di un’azienda produttrice), gara tra sei chef italiani che era nel programma della 19esima edizione del Cous Cous Fest, la kermesse in corso a San Vito Lo Capo fino a domenica 25 settembre. Il cuoco sardo ha conquistato il gradino più alto del podio con una ricetta dal titolo ''Black and yellow'', un cous cous con seppia, gamberi viola, cipolla di Tropea e zenzero. In gara con lui, per una sfida tutta a base di cous cous, c’erano Salvatore Lipari e Roberto Marino da Palermo, Simone Nerini da Ferrara, Laura Faienza da Milano e l’altro sardo Federico Floris di Gonnesa, selezionati con un contest di livello nazionale.

Secondo il giudizio della giuria tecnica presieduta da Stefania Berbenni, capo redattore di Panorama, che ha deciso i premi insieme a quella “popolare”, ed era composta da chef e giornalisti di settore, il piatto del giovane chef è ''in movimento'', caratterizzato da una ''persistenza del gusto, un'idea cromatica forte e una sorpresa del sapore''. Grazie a questo trionfo in trasferta,  il giovane chef di Samassi farà parte della squadra italiana, composta anche da due chef proprio di San Vito, che da giovedì sarà in gara al campionato del mondo di cous cous, cui parteciperanno cuochi provenienti da dieci Paesi: Angola, Francia, Israele, Italia, Marocco, Mauritius, Palestina, Perù, Stati Uniti e Tunisia. Peraltro, la giuria ha voluto assegnare un premio speciale proprio a Floris, l’altro concorrente sardo, e considerata la differenza contenuta tra i punteggi ottenuti dagli chef, ha dato anche al cuoco di Gonnesa l’opportunità di partecipare alla squadra italiana, avendolo apprezzato per “l’estrosità e la presentazione del piatto e per la sua cultura culinaria”. Vedremo se dopo aver vinto a livello nazionale, gli artisti sardi del cous cous riusciranno a trionfare anche in campo internazionale.

Foto: Pixabay | CC0 Public Domain

Leggi anche