Nell'ultimo mese

Vini estremi: per quelli sardi ecco 4 medaglie

  • Scritto da Effe_Pi

Al Mondial des Vins Extrêmes in Valle D'Aosta premiati i prodotti delle vigne che rischiano di scomparire, per la Sardegna medaglie a Sardus Pater e Cantina del Mandrolisai. 

Quattro vini su nove premiati e ben 3 medaglie d’oro, per i prodotti sardi, al Mondial des Vins Extrêmes, organizzato dal  Cervim, che si è svolto nelle scorse settimane in Valle d'Aosta. Questa è l’unica manifestazione enologica mondiale specificamente dedicata ai vini prodotti in zone caratterizzate da viticolture eroiche, e seleziona i migliori nettari frutto della viticoltura estrema, con la finalità di “promuovere e salvaguardare le produzioni di piccole aree vitivinicole che si caratterizzano per storia, tradizione e unicità, di grande valore ambientale e paesaggistico, dove si coltivano soprattutto vitigni autoctoni”. 
Per la Sardegna, il primo vino premiato con la medaglia d’oro, tra i vini bianchi tranquilli (con residuo zuccherino fino a 6 g/l), è il Vermentino DOC "Lugore" del 2015, delle Cantine Sardus Pater di Sant’Antioco, che hanno fatto incetta di premi.

Infatti, il metallo più nobile è stato assegnato anche, nella selezione dei vini rossi tranquilli prodotti nella vendemmia 2013 e precedenti, al Carignano del Sulcis DOC "Is Arenas" del 2011, sempre di Sardus Pater, mentre nella categoria vini rossi tranquilli prodotti nella vendemmia 2014 e 2015, ha ottenuto il massimo riconoscimento il Mandrolisai DOC “Rosso” del 2014, della Cantina del Mandrolisai di Sorgono. Tra le medaglie d’argento, torna ancora Sardus Pater, con il Carignano del Sulcis DOC "Is Solus" del 2015, premiato anch’esso nella categoria dei rossi prodotti nei due anni precedenti a questo.

I vini premiati vengono da autentiche “isole della biodiversità viticola“ che corrono il rischio di scomparire a causa degli alti costi di produzione (la coltivazione di un vigneto in queste zone costa dieci volte di più di un vigneto in pianura). Quest’anno l’edizione della kermesse è stata da record, con 738 vini provenienti da circa 300 aziende vitivinicole di sedici nazioni. In totale, sono stati 244 i vini  premiati, con 8 grandi medaglie d'oro, 96 medaglie d'oro e 140 medaglie d'argento, oltre a 16 premi speciali. Per l'Italia, hanno partecipato in tutto 147 aziende con 383 vini, e dalle commissioni internazionali d'assaggio sono arrivate 48 medaglie d'oro  e 63 medaglie d'argento, oltre ad alcuni premi speciali. I vini dell’isola che hanno partecipato sono stati in tutto 9 con ben quattro vincitori, percentuale vicina al 50% che conferma la bontà di quanto prodotto dalle vigne sarde.

Foto: Pixabay | CC0 Public Domain

Leggi anche