Nell'ultimo mese

Ad aprile Monumenti Aperti a Nuoro

  • Scritto da Effe_Pi

Monte OrtobeneIl comune del capoluogo della Barbagia aderisce alla manifestazione nazionale del 24 e 25 aprile e chiede il contributo delle forze sociali presenti in città.

Il comune di Nuoro vuole aderire all’edizione 2015 della manifestazione Monumenti Aperti, che è prevista per il prossimo 25 e 26 aprile, e chiede il coinvolgimento di enti, istituzioni e associazionismo per sfruttare al meglio questo appuntamento di visiblità per il capoluogo barbaricino. Quindi chiunque sia coinvolto dal punto “culturale, civile e religioso nella riscoperta e/o nella valorizzazione del patrimonio storico, artistico e naturalistico” di Nuoro può aderire compilando e inviando l’apposita scheda agli uffici del comune.

Nelle due giornate di aprile saranno gratuitamente visitabili dal pubblico “siti, percorsi e monumenti”, in particolare quelli “normalmente chiusi o difficilmente accessibili”, che saranno illustrati al pubblico grazie “anche a visite guidate”. I siti o percorsi che saranno previsti vanno dall’Archivio di Stato alla Biblioteca e lo studio di Sebastiano Satta alla sua casa natale, come anche quelle di Attilio Deffenu e Gian Pietro Chironi. Molte anche le strutture religiose, ad esempio la Cattedrale di Santa Maria della Neve, la Chiesa della Beata Vergine del Carmelo, quella di Nostra Signora del Rosario, e della Nostra Signora di Valverde.

Previste anche visite alle tombe monumentali, alle varie Domus de janas presenti nel territorio cittadino, al Man, il Museo d’arte provinciale, e ai Nuraghe di Tanca Manna e Ugolio. Molti anche i percorsi guidati previsti attraverso ala città, dall’itinerario archeologico – naturalistico del Monte Ortobene al percoso di Corso Garibaldi, da quello riguardante l’architettura del ventennio fascista a quelli del rione San Pietro e del rione Seuna, fino a quello del Colle Sant’Onofrio e della frazione di Lollove a circa 15 chilometri dal capoluogo. Insomma, un’offerta completa, tra arte, relgione, archeologia e natura, che sembra poter soddisfare tutti i tipi di turista o visitatore alla scoperta di una città e di un territorio di cui si parla meno di quanto meriti.

Leggi anche