Nell'ultimo mese

SARDEGNA SETTIMA TRA LE ISOLE PIU' AMATE

  • Scritto da Effe_Pi

L'isola di MaiorcaSecondo una ricerca del portale turistico Trivago la preferita è Maiorca.

La Sardegna è solo al settimo posto tra le isole più amate e visitate dai viaggiatori. Lo dice uno studio del motore di ricerca turistico Trivago, che raccoglie le richieste di pernottamento da oltre 35 Paesi e mercati internazionali e ha pubblicato una statistica basata sulla navigazione degli utenti in quest'ultimo periodo, tra clic sulle pagine e prenotazioni. La Sardegna segue la Sicilia, che si piazza in sesta posizione, e diverse isole spagnole, mentre quest'anno sembrano in forte calo le prenotazioni delle località greche, sempre molto considerate in passato.

Ai primi quattro posti si piazzano quattro isole iberiche, e in particolare la preferita sembra essere Maiorca, che resta la prima scelta per le vacanze al mare soprattutto per i turisti tedeschi e inglesi. Con un indice medio dei listini hotel di 130 euro per doppia a notte, l'isola più grande delle Baleari si classifica anche come la più cara tra le spagnole. Tra le preferenze, la seguono le isole Canarie con la vulcanica Tenerife, molto apprezzata soprattutto perché è la più economica: a giugno propone prezzi in strutture ricettive ed extra alberghiere a partire da 22 euro per doppia a notte. Seguono la meno affollata delle Baleari, Minorca, preferita dagli italiani a Maiorca, e un'altra delle Baleari, Ibiza.

Le italiane partono dalla quinta posizione in poi, con Ischia, che è l'isola nazionale più amata dagli italiani, seguita da Sicilia e Sardegna, che hanno entrambe la caratteristica di attrarre stranieri in bassa stagione, con francesi e tedeschi che arrivano in massa ad aprile - maggio, e l'attenzione del mercato domestico soprattutto nell'alta stagione, vale a dire a luglio e agosto. A chiudere la classifica delle prime dieci isole più gettonate, la Corsica, Malta e Capri. Insomma, per la Sardegna un risultato che conferma l'attenzione dei viaggiatori ma anche le difficoltà nell'imporsi come una delle mete preferite: trasporti, caro prezzi e assenza di strutture continuano e penalizzare il turismo sardo.

Leggi anche