Nell'ultimo mese

IL CAGLIARI BATTE LA LAZIO E PENSA AL MERCATO

  • Scritto da Effe_Pi

Cagliari verso la nuova stagioneIl Cagliari chiude alla grande il suo campionato, battendo la Lazio a Trieste, e ora si dedica a mercato, nazionale e questione stadio.

Anche se non c’è ancora chiarezza su dove giocherà l’anno prossimo, la squadra rossoblù è una solida realtà del campionato di Serie A e lo ha dimostrato anche ieri sera nell’ultima giornata, battendo per 1-0 la Lazio a Trieste con un colpo di testa di Dessena al 30esimo del primo tempo. Il Cagliari chiude così un’ottima stagione (iniziata malissimo), con 47 punti, nonostante non abbia praticamente mai avuto uno stadio.

Proprio lo stadio sarà il principale problema da risolvere in vista della prossima stagione, per giocare in Sardegna davanti al proprio pubblico, ma intanto infuriano le voci di mercato sui gioielli rossoblù.
Dopo aver parlato di difensori e centrocampisti, vediamo i giocatori cagliaritani forse più quotati. Si tratta degli attaccanti, con in primis il sardo purosangue Marco Sau: dopo tanti gol e molta gavetta nelle serie minori, il bomber di Tonara ha finalmente mostrato le sue prodezze anche sul palcoscenico della Seria A. I suoi colpi di classe, conditi da 12 gol, ne hanno fatto il primo attaccante sardo in doppia cifra nel Cagliari, superando mostri sacri come Pietro Virdis, Gigi Piras e soprattutto Gianfranco Zola. Sau è seguito da molti club,ma difficilmente il Cagliari si priverà di lui.

Come non sembra avere intenzione di lasciar partire Victor Ibarbo. Nella sua prima stagione sarda, schierato come centrocampista e ala pura il colombiano aveva già mostrato lampi di classe, ma con l’avvento di Lopez e Pulga, spostato stabilmente nel ruolo di seconda punta, ha mostrato tutta la sua importanza. Sei gol totali, una tripletta contro la Sampdoria, scatti continui, velocità da centometrista e diversi colpi di genio lo hanno posto all’attenzione dell’Inter e dei tedeschi del Wolfsburg.

Una sorpresa di stagione è invece il giovane Nicola Murru, terzino sinistro classe ’94, che nel girone di ritorno si è conquistato il posto da titolare, ai danni del più quotato Avelar. Il giocatore della Primavera ha dimostrato grande maturità e nessun timore reverenziale, davanti ai tanti campioni affrontati. Nota di merito anche per Mauricio Pinilla, che ha avuto un campionato condito da infortuni e tanta panchina, ma è riuscito comunque a incidere. I gol sono arrivati, e ora radio mercato lo da nuovamente sui taccuini di tanti club. Da menzionare anche il giovane difensore centrale Del Fabro, classe ‘95,che ha raccolto qualche presenza e commenti molto positivi dagli osservatori.
Vedremo chi Cellino riuscirà a trattenere in maglia rossoblù e chi partirà per altri lidi, e soprattutto vedremo chi sarà scelto per sostituirli, si spera degnamente, nella stagione 2013 – 2014.

S.N. 

Leggi anche