Nell'ultimo mese

Una cordata Made in Usa per il Sant'Elia?

  • Scritto da Effe_Pi

Quartiere Sant'EliaIl sindaco Zedda incontra gli americani che potrebbero acquistare il Cagliari o almeno rifare lo storico stadio.

Dopo tante parole sugli sceicchi arabi, potrebbero essere a sopresa gli americani a sbarcare a Cagliari per prendere in mano la società rossoblù o almeno, da quanto si capisce finora, per ricostruire lo stadio Sant'Elia e renderlo nuovamente degno della Serie A. Dopo quanto accaduto a Roma, dove gli statunitensi hanno assunto il controllo della società giallorossa, anche in Sardegna potrebbe intervenire una cordata Made in Usa, che già dalla prossima settimana presenterà un progetto per rimettere in sesto lo storico stadio. Impossibile capire al momento se l'interesse per l'impianto sia legato alle trattative di cessione del Cagliari. Il sindaco Massimo Zedda aveva parlato nelle settimane scorse di diverse società interessate al discorso Sant'Elia e ora il Comune ha svelato che ci sono già state anche altre riunioni con gruppi interessati a investire sullo stadio e ce ne sono altri in programma nelle prossime settimane.

L'incontro tra gli americani e il sindaco si è svolto ieri in tarda mattinata, ma per il momento è impossibile risalire anche solo al gruppo rappresentato: per il Comune si è trattato comunque di una discussione positiva e proficua che merita ulteriori approfondimenti tecnici. Proprio per facilitare la massima pubblicità e trasparenza l'amministrazione aveva pubblicato sul sito tutti gli atti relativi al concorso di idee sul Sant'Elia. Da parte dei rappresentanti del gruppo americano ci sarebbe la disponibilità alla predisposizione di un progetto più dettagliato, da condividere prima della presentazione con i diversi assessorati del Comune.
   
Nel corso del faccia a faccia di oggi il sindaco ha avuto modo di spiegare agli interlocutori le linee guida che il Comune ha tracciato per la struttura. L'incontro - fa sapere l'amministrazione - è stato anche l'occasione per illustrare gli interventi che il Comune sta effettuando in tutto il quartiere, ad iniziare dal nuovo lungomare e dal porticciolo per la piccola pesca. Insomma, i tifosi sardi possono continuare a sognare: al momento non ancora un Cagliari arabo in stile Paris Saint Germain, ma quantomeno un nuovo stadio moderno, comodo e senza cantieri e tribune pericolanti.

Leggi anche