IN Breve

La spiaggia della Pelosa avrà un nuovo lungomare

Il sindaco di Stintino, Antonio Diana, ha presentato il progetto di riqualificazione della spiaggia della Pelosa e del suo lungomare. Valore: 18 milioni di euro, che serviranno per rimuovere l’attuale litoranea e creare una passeggiata sopraelevata in legno. Il sindaco, gli amministratori comunali e l’assessore regionale all’ambiente Donatella Spano, hanno illustrato l’ambizioso progetto ai cittadini che, quando il lungomare sarà finito, potranno godersi piste ciclabili, grandi marciapiedi, tre nuove rotatorie per smaltire il traffico e ovviamente un migliore panorama.

Si inizierà con la realizzazione dei primi due lotti del valore di 5 milioni di euro che interessano il compendio a mare e prevedono: la ricostruzione dunale e naturalistica, rimozione dei detrattori ambientali, pedonalizzazione dell'accesso alla spiaggia, parcheggio a monte e riqualificazione dei percorsi pedonali, trasformazione della piazza alla Pelosetta, riqualificazione del centro servizi, piste ciclabili e marciapiedi.

LEGGI ANCHE| La pelosa rischia di scoppiare: prossima estate a numero chiuso?

Lo scopo del progetto è riqualificare il compendio sabbioso costiero della Pelosa, in modo da contenere i fenomeni di degrado del compendio dunale e di erosione della spiaggia che negli anni sono stati causati dalle infrastrutture viarie e turistico residenziali. L’attuale strada litoranea sarà e sostituita con una infrastruttura in legno e acciaio che permetterà la fruizione turistico balneare della meravigliosa spiaggia, senza compromette lo sviluppo spontaneo delle formazioni. Il nuovo lungomare sarà realizzato con pali a vite in acciaio infissi nella roccia e una struttura con pavimento in legno, sarà largo 4 metri e si allargherà in corrispondenza con gli ingressi delle passerelle che affacciano sui punti più panoramici.

Sulla litoranea non ci saranno più parcheggi pubblici ma solo due piazzole di sosta nelle aree interne. Saranno rimossi anche gli accessi alle proprietà private e cambierà l’accessibilità alle case con nuovi parcheggi per i privati. Inoltre, a nord del lungomare, i cittadini potranno godersi una pizza pedonale ricca di verde con alberi di specie autoctone e punti di sosta all’ombra con tettoie in legno. Ci saranno anche parcheggi dedicati ai disabili, a chi non può più accedere a casa dal lungomare e parcheggi per le biciclette.

Foto | Pixabay

  • Scritto da Anna Maria Cantarella

Le maschere tradizionali sono nel Dna dei sardi

Convegno a Stintino sulle maschere del Carnevale in Barbagia, realizzate anche sette statue che fanno parte da quest'anno del presepe a grandezza naturale.

  • Scritto da Effe_Pi