Logo

Regionali, candidata M5s si ritira: clima di omertà

Silvia Pinnisi era stata tra le più votate alle “regionarie” sarde ma ha deciso di rinunciare per protesta contro alcune esclusioni poco trasparenti.

L'insegnante di Capoterra Silvia Pinnisi ha deciso di ritirare la sua candidatura come consigliera regionale alle prossime elezioni in Sardegna. "Purtroppo ho constatato che non mi riconosco nel Movimento 5 Stelle della Sardegna che, a mio avviso, si è omologato ai vecchi partiti che tanto contesta", scrive l'ex candidata sul suo profilo Facebook, motivando il suo passo indietro con la "mancanza di chiarimenti ufficiali e pubblici riguardanti le esclusioni poco trasparenti avvenute nelle votazioni del Movimento 5 Stelle qui in Sardegna".

LEGGI ANCHE | M5s: la grande fuga dai comuni sardi

Sulla piattaforma Rousseau del M5S in occasione delle 'regionarie' dei primi di agosto, Pinnisi - con 29 voti - era stata fra i 20 candidati consiglieri regionali col maggior numero di preferenze, su 138 in corsa nel collegio di Cagliari. A fine novembre l’insegnante aveva chiesto al comitato di garanzia e al capo politico del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio, chiarimenti sull'esclusione di alcune persone dalla lista di candidati per la presidenza della Regione Sardegna nelle regionarie 'bis' di novembre, in particolare su quella del docente Luca Piras: era risultato il secondo più votato nelle prime 'regionarie' di agosto, poi vinte dall'ex sindaco di Assemini Mario Puddu, costretto a ottobre a farsi da parte dopo la condanna a un anno per abuso d'ufficio.

"Credo che una forza di cambiamento come il M5s non possa perseguire una politica elitaria, fatta di giochi interni, in cui trasparenza e correttezza vengono meno", sostiene Pinnisi. "Rappresentare i cittadini sarebbe stato per me sicuramente motivo di orgoglio, ma non sono disposta a barattare i miei principi, di cui vado fiera, per una poltrona. Rinnovo al garante Beppe Grillo e a Luigi Di Maio il mio invito a fare chiarezza sull'operato dello 'Staff' per quanto riguarda le votazioni in Sardegna". "La mia speranza", conclude, è che il clima di silenzio e omertà, che ho percepito nelle ultime settimane, non prenda il sopravvento, conducendo il Movimento 5 Stelle a una realtà dispotica, in cui 'tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri' (citazione da George Orwell, La fattoria degli animali)".

Foto | Revol Web su Flickr

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.