Proposto lo studio della civiltà nuragica a scuola

  • Scritto da Anna Maria Cantarella

Un comitato di intellettuali propone l’inserimento della civiltà nuragica all’interno dei programmi scolastici

I promotori della proposta sono il gruppo degli ideatori della mostra “Nuragica”, che aggrega i siti nuragici della Sardegna per promuovere lo studio di questa civiltà millenaria. L’idea è quella di inserire lo studio della civiltà nuragica all’interno dei programmi didattici nelle scuole dell’obbligo e per portare avanti questa petizione è stato costituito un apposito comitato che ha anche promosso una raccolta di firme di massa su change.org

"Ancora oggi - si legge nella petizione in rete su change.org - in pochi sanno che 1500 anni prima di Cristo, mentre in tutta Italia e nella quasi totalità dell'odierna Unione Europea si edificano capanne e palafitte, in Sardegna si assiste all'edificazione di circa 10.000 nuraghi, in quell'epoca gli edifici più alti al mondo dopo le piramidi egiziane. Questa attività ha trasformato l'Isola nella terra più densamente costruita dell'età del Bronzo sino a lasciarci l'immenso museo a cielo aperto che è oggi la Sardegna con il suo maestoso patrimonio megalitico. Gli scavi e le continue evidenze scientifiche continuano a certificare, ad esempio, che i nuragici insediati in Etruria influenzarono la nascente civiltà Etrusca attraverso usi ed esportazioni quali quella dei raffinati bronzi figurati e quella della prima produzione di vino in Europa".

LEGGI ANCHE| Domus de Janas: l necropoli di Sant'Andrea Priu

Il prossimo passo sarà sollecitare il ministero della Pubblica Istruzione, il presidente della Regione e la direzione scolastica regionale, perché prendano la decisione di approfondire adeguatamente sui libri di scuola italiani questa pagina di storia.

Oltre a quello dei curatori della mostra, l’idea ha ottenuto il sostegno del sindaco di Nuoro Andrea Soddu, dell’archeologa Maria Ausilia Fadda, di Ivan Luccherini presidente dell’Associazione Nazionale Archeologi – sez. Sardegna, della scrittrice Clelia Martuzzu e di alcune insegnanti dell'Istituto Comprensivo di Fonni e Mamoiada in rappresentanza delle scuole, tutti presenti alla conferenza stampa che si è tenuta al Centro Polifunzionale di via Roma a Nuoro. Tutti chiedono che la storia della civiltà nuragica sia inserita all’interno dei programmi ministeriali, specialmente adesso che è uscita la nuova collana sulla storia d’Italia curata da Alberto Angela che non contempla questa parte della storia sebbene il noto divulgatore abbia dedicato degli approfondimenti alla civiltà nuragica all’interno del programma televisivo “Meraviglie”.

Foto: Pixabay | CC0 Public Domain