Gioco d’azzardo: la Sardegna punta alla prevenzione con 'Scommettiamo su di te'

  • Scritto da Effe_Pi

In attesa di una regolamentazione regionale in materia di gioco, sono le realtà del territorio a muoversi per la tutela della cittadinanza e la lotta all’azzardopatia.

 L’iniziativa “Scommettiamo su di te” che parte in questi giorni in Sardegna coinvolgendo diversi Comuni, coincide temporalmente con una riaccensione del dibatto sul gioco d’azzardo, dovuta alla recente approvazione del Decreto Dignità. La misura votata dal Consiglio dei Ministri prevede il blocco totale della pubblicità sul gioco, ed è stata motivata dall’intenzione di intervenire a livello nazionale nel contrasto alla dipendenza. Con soli pochi giorni di vita, il decreto ha però già suscitato opinioni contrastanti. Da un lato c’è chi pensa che questa misura ridurrà efficacemente la domanda di gioco e di conseguenza anche il GAP, dall’altro c’è chi invece crede che sarà solo un regalo alla criminalità organizzata.

Molti operatori del settore si sono detti favorevoli a discutere una riduzione delle iniziative promozionali, ma allo stesso tempo hanno sottolineato che la pubblicità svolge anche un ruolo informativo e, in particolare, consente al pubblico di saper riconoscere le opzioni di gioco che sono offerte sulla base di una regolare autorizzazione AAMS, da quelle che ne sono sprovviste. Per non spingere i giocatori verso l’illegalità è importante dare visibilità al gioco legale e ricordare che aprire un conto gioco nei casino online legali significa trattare con un operatore che garantisce trasparenza e rispetto delle norme vigenti e che promuove attivamente il gioco responsabile, ad esempio dando la possibilità ai clienti di stabilire dei limiti di deposito.  

Un atteggiamento consapevole ed informato dei consumatori è proprio il fulcro della campagna di sensibilizzazione e prevenzione “Scommettiamo su di te”, promossa dall’associazione Crew e sostenuta dai Comuni di Sassari e Alghero, dalla Presidenza del Consiglio Regionale e dalla Comunità Mondo X. Il progetto prevede tre linee di comunicazione parallele rivolte a cittadini, studenti e enti locali, con iniziative che includono: incontri pubblici in diverse località dell’isola, una campagna di affissioni, animazione negli istituti scolastici, il lancio del sito www.azzardopatia.it, eventi teatrali e anche due concorsi per la realizzazione di video sul tema. Le diverse attività hanno un unico scopo che è quello di sensibilizzare i minori, le fasce deboli e le persone in difficoltà economica, in merito ai rischi posti dal gioco d’azzardo compulsivo.

“Scommettiamo su di te” va in un certo senso a colmare un vuoto determinato dall’assenza di una legge regionale sul tema del gioco. In realtà, come dichiarato dal Presidente del Consiglio Regionale Gianfranco Ganau, una proposta di legge firmata dalla consigliera Forma è stata presentata alla fine di maggio, ma al momento è ferma in sesta commissione (quella che si occupa di Salute e Politiche Sociali). Ganau si è impegnato a promuovere una discussione sul testo in modo che possa arrivare il prima possibile in aula per l’approvazione definitiva, ma in attesa di questi sviluppi, alcuni comuni hanno deciso di passare all’azione:  Sassari che ha introdotto una regolamentazione sugli orari di funzionamento degli apparecchi di gioco e Alghero ha emesso un’ordinanza che stabilisce una distanza minima tra sale giochi e luoghi sensibili.

Foto | Chris Page su Flickr