Aids: il 70% degli studenti sardi non usa il preservativo

  • Scritto da Effe_Pi

Tra i giovani che non lo usano mai (il 20,1%) e coloro che non lo usano sempre (49,%%) la percentuale è preoccupante secondo la Lila di Cagliari.

Arrivano quasi al 70% gli studenti delle scuole superiori di Cagliari che hanno rapporti sessuali non protetti quindi a rischio, visto che il 20,1% di loro dice di non usare mai il preservativo e il 49% ammette di “usarlo, ma non sempre”. Sono i risultati di un questionario anonimo somministrato a 2103 studenti delle scuole superiori cagliaritane durante lo scorso anno scolastico, nell’ambito del progetto EducAids promosso da Lila Cagliari. “I dati che emergono dalla nostra ricerca sono preoccupanti - commenta Brunella Mocci, presidente della sede cagliaritana della Lila e componente del coordinamento nazionale - dobbiamo andare avanti con la prevenzione. I ragazzi chiedono educazione sessuale a scuola e accesso più facile e meno costoso ai profilattici”.

EDUCAIDS - I dati della ricerca

L’età media degli alunni è di 17 anni, in maggioranza sono provenienti dagli istituti tecnici. Il 92,4% del totale si dichiara eterosessuale, il 42,3% è in una relazione sentimentale. Questa la fotografia degli studenti che sono stati coinvolti nel progetto EducAids, unica realtà di prevenzione attiva dell’Hiv e delle infezioni sessualmente trasmissibili (Ist) per le scuole superiori in Sardegna. I media tradizionali sono la principale fonte di informazione su Hiv e Ist per gli studenti, seguiti dalla scuola e dal web. In famiglia e con amici si parla poco di salute sessuale. Quasi tutti i ragazzi conoscono i comportamenti a rischio: il 98,3% degli intervistati riconosce nei rapporti sessuali non protetti un pericolo. Notevole il numero dei giovani (18%) che considerano il bacio una pratica a rischio di trasmissione dell’Hiv, in realtà totalmente innocua.

In Sardegna arriva il test rapido per lHiv

Dal 19 novembre nell’isola sarà possibile fare un test per l’Hiv senza andare in ospedale. Anche in Sardegna sarà infatti disponibile il test per Hiv a risposta rapida, che in 20 minuti analizza un campione di saliva. La sede sarda dell’associazione ha aderito all’European Hiv Testing Week, la settimana europea che coinvolge 50 paesi, dall’Azerbaigian al Portogallo, per facilitare la diagnosi dell’Hiv. Tra i 463 servizi di testing c’è anche quello cagliaritano. Nella sede di via Dante 16 sarà possibile eseguire un test sabato 19 e giovedì 24 novembre, dalle 18 alle 21. Non servirà alcuna prescrizione medica, né alcun pagamento da effettuare e tantomeno una prenotazione. Il test è anonimo e sarà somministrato esclusivamente ai maggiorenni. “Molte persone che hanno corso dei rischi di trasmissione dell’Hiv appartengono a categorie deboli che - sostengono i volontari Lila – hanno difficoltà nell’accedere ai servizi sanitari convenzionali o per motivi di lavoro e di discriminazione non possono recarsi in un ambulatorio nell’orario mattutino”.

Centralino Lila, oltre 600 chiamate nella sede cagliaritana

604 chiamate e richieste di aiuto ricevute, 1145 ore di servizio dei 16 volontari e collaboratori attivi. Questi i numeri del servizio di ascolto telefonico e dal vivo di Lila Cagliari. La sede di via Dante ha operato per 231 giorni tra il 1° ottobre 2015 e il 30 settembre 2016. Gli attivisti Lila sono sempre in formazione continua, 18 eventi di aggiornamento interno per 372 ore totali. 41 ore di formazione esterna sono state erogate ad altri no profit: organizzazioni universitarie e personale impegnato nella prima e nella seconda accoglienza dei migranti (Cas e Sprar).
E ora la Lega sbarca anche su Telegram, offrendo informazioni affidabili 24 ore al giorno. Un “totem” sempre online sull’app Telegram è stato lanciato dalla Lila di Cagliari, cliccando sul link apposito sarà possibile consultare le informazioni di base sui servizi della sede e leggere le domande frequenti su Hiv e Aids.
La sede cagliaritana Lila ha attivato anche alcune collaborazioni con tre associazioni studentesche universitarie. Si rinnova l’affiancamento allo sportello di ascolto promosso da UnicaLgbt nei locali dell’Ersu. Via a un casting per il nuovo spot Lila, si cercano 8 studenti inseriti nei programmi Erasmus, con il supporto di Esn Cagliari. Verso il 1° dicembre, giornata mondiale di lotta contro l’Aids, Link Cagliari organizzerà banchetti informativi nelle mense e nelle facoltà.

Foto: Pixabay | CC0 Public Domain

Leggi anche