Dalla Sardegna il manifesto del dissenso anti Salvini

  • Scritto da Effe_Pi

Lanciato da una serie di personalità l'appello al diritto di espressione del proprio pensiero per tutti i cittadini, dopo la denuncia a una coppia di Isili.

Viene lanciato dalla Sardegna un manifesto a sostegno della possibilità di manifestare il proprio pensiero affiggendo degli striscioni o lenzuola sui propri balconi. L'iniziativa, che vede firmatarie diverse personalità della cultura e dei sindacati, nasce dalla "profonda preoccupazione per gli accadimenti che stanno colpendo una coppia di Isili". Il fatto riguarda il sequestro di uno striscione con la scritta "Salvini, Meloni & co. il vostro odio è cacca sterile", per il quale la coppia è stata denunciata per vilipendio alle alte cariche dello Stato.

LEGGI ANCHE | Cinque domande su Salvini al leghista sardo

"L'episodio citato è soltanto quello più recente e a noi più vicino, ma fa parte di una lunga serie di atti che vanno a comporre l'inquietante clima di una nazione che rischia di scivolare lentamente verso una deriva autoritaria ed anti-democratica - si legge nel manifesto - Già da tempo assistiamo sconcertati all'emersione di atti di censura contrari allo spirito con il quale i padri costituenti scrissero l'articolo 21".

"Rivendichiamo per ogni cittadino di qualsiasi credo politico o ideologico il diritto ad esprimere ed esporre pubblicamente i propri convincimenti ed opinioni - conclude l'appello - In virtù di questi sentimenti, ci assumiamo la responsabilità di stimolare la coscienza critica su questi temi, consci che una cittadinanza attiva e democraticamente matura abbia il dovere di intervenire preventivamente, prima che le prassi repressive e restrittive del libero pensiero diventino normalità politica e istituzionale".

Foto | Paul Barker Hemings su Flickr