IN Breve

Calcetto e salute mentale: ai Chimbemoros di Nuoro la Coppa Italia

  • Scritto da Paolo_A

La squadra del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze di Nuoro si è aggiudicata a Lecce il trofeo nazionale, grande risultato per chi lavora nella struttura.

Dopo aver messo ko una ad una le formazioni avversarie, dal Torino (2-0) al Castello Pio (8-2) fino alla vittoria ai rigori per 6 a 3 nella finale giocata a Lecce col Sol Levante (squadra pugliese), la squadra di calcio a 5 nuorese dei Chimbemoros ha alzato la coppa Italia. “Un risultato di cui dobbiamo essere tutti orgogliosi” – ha commentato l'assessore alla sanità Luigi Arru – “perché è la dimostrazione dell'ottimo lavoro d'integrazione e riabilitazione svolto dal Dipartimento diretto da Piero Pintore”.

LEGGI ANCHE | Manicomi criminali: vergogna verso la chiusura?

I Chimbemoros infatti sono la squadra del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze di Nuoro che quest'anno ha partecipato al torneo internazionale “La testa nel pallone”. Competizione che da dieci anni vede sfidarsi le squadre dei Dipartimenti di salute mentale di tutta Europa (quest'anno fra i concorrenti internazionali erano presenti anche Francia, Inghilterra, Spagna, Ungheria e Ucraina).
La vittoria testimonia il grande impegno e la passione calcistica di questi allenatori-educatori-infermieri, in particolare dei responsabili di queste attività, Tore Delrio, Renato Denti e Gianni Capra. Un successo doppio quello dei Chimbemoros di Nuoro che si sono portati casa anche un altro trofeo: la Coppa “Ragazzo speciale”. Assegnata a Boboreddu che si è contraddistinto in campo per la correttezza, l'impegno e la sportività.

Foto | Fondazione Domus de Luna Onlus su Flickr

 

Leggi anche