Rubano sassi a Mari Pintau, turisti fermati a Elmas

I visitatori arrivati dal Nord Italia sono stati sorpresi con oltre 20 chili di pietre allo scalo cagliaritano e segnalati all'autorità competente.

Pensavano che pagando profumatamente un extra peso di 20 chili sul bagaglio potessero portarsi a casa i sassi 'rubati' dalla spiaggia di Mari Pintau, una caletta fatta di pietre e ciottoli, mare cristallino e natura incontaminata nel sud Sardegna, comune di Quartu Sant'Elena. Ma non l'hanno fatta franca.

I turisti 'predatori' arrivati dal nord d'Italia per le vacanze in terra sarda sono stati bloccati all'aeroporto di Cagliari e segnalati all'autorità competente. "Il reato di furto non si estingue col denaro - commentano i componenti del gruppo Sardegna rubata e depredata dando conto della notizia in un post su Facebook - Le grandi pietre torneranno presto nella spiaggia di Mari Pintau, e i villeggianti per abbellire il loro giardino dovranno studiare una soluzione alternativa".