Tangenti sul solare: arrestato ex portiere del Cagliari

In manette per corruzione, tra gli altri, l’ex calciatore Renato Copparoni e l’ex sindaco di Quartu Davide Galantuomo.

I finanzieri del Nucleo di Polizia tributaria di Cagliari hanno arrestato cinque persone in città, a Forlì, Nuoro e Modena per corruzione. Tra loro ci sono Davide Galantuomo, 56enne, ex amministratore di un Ente della Regione Sardegna, l'Enas, ed ex sindaco di Quartu Sant'Elena e l'ex portiere del Cagliari e del Torino Renato Copparoni. Le indagini hanno permesso agli inquirenti di acquisire un grave quadro indiziario per la ricostruzione di un episodio di corruzione relativo alla costruzione di un impianto di energia rinnovabile nella Zona industriale di Ottana.

Destinatari del provvedimento restrittivo ai domiciliari anche il dirigente di un Consorzio di Cooperative di Bologna, l'amministratore di una Cooperativa di Forlì e un ingegnere di Desulo, Paolo Salvatore Pinna, che era già sotto provvedimenti restrittivi per altri episodi di corruzione legati alla manipolazione di appalti in tutta la Sardegna. A quanto è emerso dall'operazione dei finanzieri dei Nuclei di Polizia Tributaria di Cagliari ed Oristano, sarebbe stata pagata una tangente per la gara di progettazione ed esecuzione di un impianto per la produzione di energia solare nell'area industriale di Ottana.

Leggi anche