È una volpina sarda la mascotte anti incendi

Salvata dalla Forestale nell’oristanese ora è la mascotte di una campagna contro i roghi all’Acquario di Cala Gonone.

È una volpina salvata dalle fiamme mascotte della campagna antincendi. La piccola volpe è stata soccorsa dal corpo forestale della stazione di Oristano ed è diventata testimonial in un progetto didattico di divulgazione ambientale contro gli incendi. Per l'animale scampato a un incendio si apre un futuro nell'Acquario di Cala Gonone, dove oggi è stata ufficialmente introdotta. La cucciola di volpe di circa un mese e mezzo era stata trovata ustionata e intossicata dal fumo, durante un incendio divampato lo scorso maggio nelle campagne di Massama, che aveva condannato a morte il resto della sua famiglia. Soccorsa dagli agenti della forestale, è stata affidata alle cure della Clinica veterinaria Duemari di Oristano, convenzionata con la Provincia per gli interventi di soccorso e sanitari a favore della fauna selvatica nell'ambito della rete regionale.

I veterinari, a causa del suo aspetto dopo l'incontro con le fiamme, hanno deciso di chiamarla Rosa Fumetta. Ora sta bene ma per le ferite subite non può tornare in natura. A distanza di tre mesi,  le sue condizioni non consentono infatti il reinserimento in natura, in quanto incapace di procurarsi il cibo: ha perso le ultime falangi degli arti anteriori, ormai privi di unghie. Inoltre ha ricevuto un nuovo imprinting, dato dalla frequentazione degli umani. Così la soluzione trovata dalla Regione Sardegna: l'assessorato regionale difesa ambiente, il corpo forestale e la provincia di Oristano, insieme alla struttura veterinaria, hanno trovato una soluzione adatta alle sue condizioni, trovandole una nuova casa e facendola diventare testimonial dei danni che gli incendi provocano all'ambiente e alla fauna. La nuova casa di Rosa Fumetta è Quindi l'Acquario di Cala Gonone, unico giardino zoologico in Sardegna autorizzato alla custodia degli animali selvatici.

Leggi anche