Ciclismo: al Tour Aru in giallo sulla vetta del Peyragudes

Tappa a Bardet ma lo scatto di Aru sbaraglia la classifica generale. E' in giallo, il primo sardo nella storia della Grande Boucle.

Il cavaliere dei quattro Mori conquista la maglia gialla sulle strade di Francia, la prima della sua carriera. Fabio Aru nell'ultima salita ha rotto gli equilibri (apparenti) dettati dalla strategia Sky messa alla frusta dal capitano Froome, leader della classifica alla partenza di questa Pau-Peyragudes, 12a tappa del Tour de France. Il polacco Kwiatkowsky e gli spagnoli Nieve e, in particolare, Landa, hanno tenuto un ritmo altissimo che Froome probabilmente ha pagato nell'ultima faticosissima salita (pendenze dal 10 al 16%). Rimasto incollato ai pedali del britannico, Aru da Villacidro ha piazzato uno scatto secco a cui hanno resistito il colombiano Uràn e il francese Bardet, che hanno preceduto il sardo al traguardo.
La tappa, una delle più difficili di questo Tour, ha già sentenziato distacchi importanti di alcuni pretendenti dalla vittoria finale. A 6 km dalla vetta del Peyresurde si era staccato Nairo Quintana, e proprio sul gpm, il “pistolero” Contador, già in crisi nei giorni scorsi. Con l'abbuono il sardo conquista la gialla, con 6” di vantaggio su Froome, 25” su Bardet e 35” su Uràn (penalizzato di ulteriori 20 secondi per delle scorretezze in gara). In quattro in meno di un minuto, il Tour è ancora tutto da decidere. Che scriveranno domani i francesi sulla stampa?

 

Leggi anche