Chiesta clemenza per Doddore Meloni

La richiesta in Parlamento da parte del deputato sardo Michele Piras (Mdp) che la ha rivolta al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

"Ogni persona ha diritto ad essere trattato secondo un principio di umanita e in questo caso si tratta di un uomo di 74 anni, che ha sempre pagato il prezzo delle proprie convinzioni e che oggi rischia la vita per esse, attuando una forma estrema di protesta che lo ha drammaticamente debilitato fisicamente". Cosi Michele Piras, deputato Art.1-Mdp, spiega le motivazioni che lo hanno spinto a inviare una lettera al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, per chiedere un gesto di clemenza per il leader indipendentista Salvatore Meloni, "storico esponente politico della mia terra, che ha sempre manifestato le proprie opinioni in maniera esplicita ed in favore di una Repubblica sarda, indipendente dall'Italia". Nella missiva Piras ricorda che Meloni, "Doddore come lo chiamiamo noi sardi", e detenuto dal 29 aprile per evasione fiscale nel carcere di Uta, nella provincia di Cagliari. "Dal momento dell'arresto e per 47 giorni ha condotto uno sciopero della fame, che ha determinato uno stato di profonda prostrazione fisica in seguito alla quale e stato ricoverato nell'Ospedale Santissima Trinita di Cagliari e poi trasferito nel Centro clinico del carcere di Uta". E "Il 19 giugno scorso il Magistrato di sorveglianza del Tribunale di Cagliari ha respinto la richiesta di arresti domiciliari avanzata dal legale per gravi motivi di salute.

Leggi anche