IN Breve

Alieni: in Sardegna compare il granchio blu americano

Scoperto dai pescatori tra i fondali della laguna di Cabras. Il crostaceo blu è aggressivo e vorace. Un pericolo per tutto l'ecosistema acquatico?

È il primo ritrovamento della specie aliena, almeno in Sardegna. E' il granchio blu americano. Un tank del mare con le chele di un blu elettrico, e "armato" di spine e aculei che lo rendono una specie con pochi predatori. Un granchio blu capace anche di raggiungere grosse dimensioni e che si nutre un po' di tutto quello che sta sul fondo del mare, dalle vongole agli avannotti, i piccoli dei pesci che ancora non hanno raggiunto l'età adulta. Un onnivoro capace di riprodursi in diverse condizioni di salinità, sia nell'acqua dolce che in quella salata. "Non si sa che danni potrebbe arrecare, ci sono diversi fattori che ne possono condizionare la diffusione perché si muovono in mare ma si ambientano al salmastro" - racconta Andrea De Lucia, responsabile scientifico del Centro di Recupero delle tartarughe marine di Oristano (CReS) - "e in pochi giorni ci sono arrivate diverse segnalazioni della sua presenza nelle acque della laguna di Cabras".

LEGGI ANCHE: Mare: pesce raro in Sardegna tra scienza e allarme

Originario dell'America settentrionale, il granchio attraverso le acque di zavorra delle navi ha raggiunto il sud America e poi l'Europa. E' del 1949 la prima segnalazione in Italia, nei fondali della laguna di Venezia, dove però i numeri, secondo gli studi, restano esigui. Diversa invece la situazione nell'altra costa adriatica, in Croazia. "Si sono riprodotti numerosi, hanno pensato anche di commercializzarlo come negli Stati Uniti, ma le abitudini alimentari non sono le stesse" - dice Andrea Camedda, ricercatore del CReS-Cnr. E di recente sono stati segnalati in Tunisia e Grecia, e nel Mar Egeo la presenza è significativa. "L'importante ora è monitorarlo e capire se sarà o meno un pericolo per l'ecosistema acquatico, perciò invitiamo sia i pescatori sia coloro che visitano le coste del Sinis a segnalarci la loro presenza chiamando al 1515 della Forestale con la quale da tempo collaboriamo".

Ma il granchio blu americano non è l'unica specie aliena che viene monitorata in Sardegna. C'è un'alga marina verde che infesta i mari chiamata Caulerpa, poi la Fistularia, un pesce tipico del Mar Rosso, e lo Scorfanotto di Madeira presente in tutto il Mediterraneo e, tra le altre, anche il Percnon Gibbesi, un altro granchio, questo però esclusivamente erbivoro che è stato avvistato a Capo Frasca, Carloforte, Villasimius e nelle acque del golfo di Orosei, in Ogliastra.