Festa degli alberi, il comune di Cagliari raddoppia

  • Scritto da Alba

La Festa degli alberi, come ogni anno, è dedicata a tutti i nuovi nati ma quest’anno il comune di Cagliari ha deciso di andare oltre per fornire alla popolazione un messaggio forte. Nel borgo di San Bartolomeo i bambini pianteranno ben 1500 alberi.

Quanti sono stati i nuovi nati nell’ultimo anno? Soltanto, si fa per dire, 822 e invece il Comune di Cagliari ha deciso di dedicare ai lieti eventi, il doppio delle piante. L’appuntamento è riservato ai piccoli della città ed è per mercoledì 6 alle ore 9.30. Armati di palette e rastrelli e aiutati da dottori agronomi, forestali e volontari di Legambiente, pianteranno gli alberi, tipici della macchia mediterranea, messi a disposizione da Forestas.

LEGGI ANCHE | Foresta demaniale Monte Limbara Sud

L’evento sarà anche un’occasione per ricordare la figura di Raffaele Pischedda che con il suo operato, alla fine dell’Ottocento, diede vita ai parchi che ancora oggi esistono sul Monte Urpinu e sul monte Claro. A ricordarlo è stato l’assessore all’ambiente Paolo Frau che ha detto: “Ha segnato il paesaggio della nostra città, realizzò anche la pineta di Villacidro. L'appuntamento per questa commemorazione è alle 11.30: sarà dedicato a Pischedda uno spazio con sedute in legno all'interno di Monte Urpinu nella zona che si affaccia su via Vidal. L'obiettivo dei due momenti della manifestazione, secondo le intenzioni dell'amministrazione comunale, è quello di far germogliare in ogni bambino la passione per la natura e la giusta sensibilità per il rispetto e la valorizzazione del verde facendo comprendere il ruolo fondamentale delle piante e della natura per l'essere umano.”

 Foto | Pixabay