A Cagliari mense comunali tra le più verdi di Italia

  • Scritto da Maris Matteucci

Con il progetto "Mensa Verde" Cagliari si aggiudica il premio della GGP Best, sostenuto dall'Unione Europea: le mense del capoluogo sardo sono tra le più verdi di Italia

Il Comune di Cagliari si è aggiudicato il premio della GGP Best sostenuto dall'Unione Europea con il progetto "Mensa verde", per aver contribuito concretamente alla diffusione e alla valorizzazione di buone pratiche dal punto di vista ambientale nel settore della ristorazione. Un bel riconoscimento che rende merito al capoluogo sardo che negli ultimi anni tanto ha lavorato nella direzione di una maggiore sostenibilità anche a tavola. L'assessore Yuri Marcialis ha spiegato come e quando è nato questo progetto: "Il progetto è frutto di una proposta nata in Consiglio Comunale nel corso della legislatura passata che ha portato alla centralizzazione del servizio di refezione scolastica comunale. Così, oltre ad ottenere importanti risparmi economici, con un unica gara pubblica si è raggiunta l'uniformità del servizio e la sostenibilità sia in termini ambientali che sociali".

Un lavoro bene organizzato dunque che è valso un riconoscimento importante: le mense comunali di Cagliari sono tra le più verdi di Italia e il risultato è davvero ottimo se si pensa che quelle del cagliaritano, che comprendono scuole materne, elementari, medie e asili nido, sono più di cinquanta per un totale di 6100 pasti giornalieri per un costo a regime di circa 5 milioni di euro all'anno. Nell'anno che ci siamo lasciati alle spalle, il Comune ha poi inserito nel nuovo bando aspetti ed interventi coerenti con le politiche ambientali, prestando attenzione alla produzione e alla distribuzione degli alimenti e delle bevande, al confezionamento dei pasti e alla gestione dei rifiuti. Facile comprendere come una politica green di questo tipo non possa fare altro che portare enormi benefici alle casse pubbliche che vedranno un minore esborso. Inoltre, grazie alla attuazione di politiche più sostenibili, anche l'ambiente ringrazierà.

Foto | Pixabay

 

Leggi anche