Cittadini al centro, iscrizioni aperte per il Laboratorio di Ciclo-meccanica

  • Scritto da Maris Matteucci

Al via le iscrizioni per il Laboratorio di Ciclo-meccanica mirato alla riparazione e al restauro delle biciclette

Sono aperte le iscrizioni per il Laboratorio di Ciclo-meccanica del progetto Cittadini al Centro che avrà luogo nella sede della Ciclofficina Sella del Diavolo in Via Principe Amedeo 21, a Cagliari. Un percorso che durerà quattro lunghi mesi e che avrà come obiettivo quello di restaurare le biciclette donate dai cittadini.

Saranno tanti e tutti diversi gli interventi che saranno effettuati nel corso del progetto: riguarderanno la diagnostica, la riparazione e la carrozzeria. Il laboratorio si svolgerà in due turni: il venerdì dalle 16.00 alle 18.00 e il sabato dalle 10.00 alle 12.00. Inizio il 24/25 febbraio. Affinché ottimi siano i risultati, ecco che gli organizzatori hanno lanciato un appello: servono infatti biciclette da restaurare e riparare. Chiunque ne fosse in possesso, dunque, può donarle per il progetto Cittadini al centro. Le biciclette possono essere portate presso la Ciclofficina che avvierà il laboratorio il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle 18.30 alle 22.00. Chi fosse impossibilitato può invece contattare il numero 334.9608170 per concordare un appuntamento.

Il laboratorio è completamente gratuito ed è inserito all'interno del progetto Cittadini al Centro, progetto sostenuto dalla Regione Autonoma della Sardegna attraverso i contributi regionali per le associazioni di promozione sociale e realizzato in collaborazione con alcuni partner della rete del Centro di Quartiere La Bottega dei Sogni, la cooperativa sociale Il Giardino di Clara, la Ciclofficina Sella del Diavolo e l’associazione culturale ‘PuntoZero’. Una iniziativa curiosa e utile per dare nuova vita a biciclette che ad oggi sono inutlizzate e allo stesso tempo sensibilizzare i cittadini sulla importanza di utilizzarle e contribuire così a un mondo più sostenibile. Per tutti coloro che volessero partecipare è possibile scrivere una mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure contattare il numero di cellulare: 334 9608170.

Photo | Pixabay
 

Leggi anche