Arriva dalla Sardegna la spirulina green

  • Scritto da Effe_Pi

La popolare alga che integra l’alimentazione diventa sostenibile al 100% in un progetto degli studenti del Liceo Spano di Sassari.

È "Spirulina Factory", il primo impianto 100% green dell'alga dai molteplici benefici: si trova in Sardegna (ideato dal Liceo Spano di Sassari), e si è aggiudicato la settima edizione del premio "La tua idea d'impresa", iniziativa di Strategica community, in collaborazione con Confindustria, Università Luiss Guido Carli e il patrocinio del ministero dell'Università e della Ricerca. La cerimonia di premiazione si è tenuta nella sede dell'acceleratore di start-up Luiss Enlabs a Roma.
L'alga azzurra, molto usata dagli sportivi e in generale da chi desidera migliorare la propria forma fisica, ha effetti positivi un po’ per tutti, in particolare con proprietà antiossidanti degne di nota, che la rendono potenzialmente in grado di proteggere dai radicali liberi e dai danni che questi causano all'organismo, dall’invecchiamento precoce alle malattie neurodegenerative, fino ad alcune forme tumorali e arteriosclerosi.

LEGGI ANCHE | In Sardegna è boom per le aziende innovative

In questa gara, migliaia di studenti degli istituti superiori si sono sfidati a colpi di progetti d'impresa: 220 i progetti di oltre 2.000 studenti provenienti dalle scuole di tutta Italia.
A Roma sono stati assegnati anche i premi speciali, tra cui quello per la sostenibilità ambientale (di Sfc, Sistemi formativi Confindustria) al Liceo Cannizzaro di Roma che ha pensato a un dispositivo che ricarica lo smartphone sfruttando il movimento, quello per la Circular Economy Innovazione Sistemica (di Intesa San Paolo) all'Istituto Leopoldo Nobili di Reggio Emilia che ha ideato un'impresa che si occupa del recupero di capi invenduti di alta moda, il premio Risorse Umane (di Umana Spa) per Roboino, progetto per avvicinare grandi e piccini all'elettronica dell'Iti Fermi di Modena e il Premio Innovazione (assegnato dalle categorie di Confindustria Assocomaplast, Assocarta, Federchimica, ucimu), all'Istituto Marchi Forti di Pescia per la creazione di un imballaggio ecosostenibile con scritte in braille per non vedenti.

Foto | WILL POWER su Flickr

Leggi anche